SALTA PER ARIA LO SCAMBIO DELLE NAVI DI ONORATO CON I DANESI

CON UN COMUNICATO DELLA DFDS E' STATO ANNULLATO LO SCAMBIO DEI TRAGHETTI CHE PER PRIMO AVEVO DENUNCIATO IL 4 SETTEMBRE SCORSO

IL COMUNICATO DELLA DFDS E' LAPIDARIO: LA PARTE ITALIANA NON HA RISPETTATO L'ACCORDO

Una mazzata sena precedenti per il gruppo Onorato.

Frana come neve al sole l'accordo di vendita delle due ammiraglie del gruppo.

La mancata vendita delle due imbarcazioni fa saltare letteralmente per aria l'operazione di plusvalenze che avrebbero dovuto portare nelle casse di Onorato soldi liquidi per tentare di tamponare l'esposizione gigantesca con banche e fondi internazionali.

Il comunicato della DfDs è stato appena battuto dalle agenzie danesi: la parte italiana, Moby, non ha rispettato i termini di consegna del contratto, che doveva essere il quadro di "scambio di traghetti" tra le due compagnie di navigazione e che avrebbe dovuto garantire alla DFDS un tonnellaggio di passeggeri più moderno sul Mare del Nord.

La compagnia italiana di traghetti Moby Line, da cui DFDS avrebbe assunto i due traghetti ro / pax "Moby Wonder" e "Moby Aki", non è stata in grado di rispettare i termini di consegna del contratto firmato dalle due compagnie di navigazione.

L'accordo è stato annullato, ha dichiarato DFDS in un annuncio della società - diramato poco fa

La storia dello scambio dei traghetti viene denunciata da un mio articolo del 4 settembre del 2019 #### http://www.unidos.io/moby-tirrenia-il-blitz-danese-di-onorato-alla-corte-della-signorina-brook/.

La notizia non viene confermata ma c'è irritazione per la fuga di notizie e sopratutto per le conseguenze sul patrimonio del gruppo Moby Tirrenia.

Non passano nemmeno 48 ore che la DFDS firma l'accordo.

La sigla avviene il 6 settembre 2019 con la compagnia di traghetti italiana Moby Line per l'acquisto di due traghetti combinati merci e passeggeri (ro-pax), 'Moby Wonder' e 'Moby Aki', per l'impiego sulla rotta Amsterdam-Newcastle.

Moby dal canto suo avrebbe dovuto acquistare i due traghetti passeggeri che attualmente navigavano su Amsterdam-Newcastle, "King Seaways" e "Princess Seaways".

Come scrissi nel primo articolo l'accordo si sarebbe dovuto completare nella seconda metà di ottobre 2019, ma Moby non è stata in grado di rispettare i termini di consegna dell'accordo.

DFDS nello stesso comunicato appena diramato ha affermato che chiuse le trattative con Onorato continuerà ad esplorare nuove possibilità per rinnovare i traghetti da Amsterdam-Newcastle secondo il quarto pilastro della strategia Win23 di DFDS: creare più valore per i passeggeri.

Secondo DFDS, il drammatico annuncio di oggi significa che le aspettative per l'intero anno per articoli speciali saranno ridotte a meno 4 milioni di euro dai precedenti 9,3 milioni.

Quest'ultimo includeva un utile contabile atteso di circa 13 milioni di euro dalla vendita di due traghetti.

Le aspettative per gli investimenti nel 2019 sono ridotte a circa 374 milioni di euro in precedenza erano contro 455 milioni.

L'investimento netto nel rinnovo, compresa la vendita di due traghetti, era previsto pari a circa 134 milioni di euro.

Un duro colpo anche per i progetti di DfDs che con queste notizie divulgate nel pomeriggio lascia intendere che potrebbe rivalersi anche per danni con Moby.

Lo scenario che si apre precipita nel caos assoluto, con la chiara responsabilità di chi ha avvallato questo gioco pericoloso a partire dai governi che si sono succeduti che non hanno fatto niente per risolvere alla radice questa situazione.

E' evidente che le prossime ore saranno drammatiche perchè il profondo rosso è dietro l'angolo.