Tirrenia, la denuncia del sindacato: lavoratori costretti a turni da 18 ore

++++ Tirrenia, la denuncia del sindacato: lavoratori costretti a turni da 18 ore

il sindacato Orsa Marittimi di Napoli ha chiesto un immediata ispezione alle capitanerie di Olbia e Civitavecchia

la denuncia è circostanziata e non lascia adito a dubbi, i marittimi tanto declamati da Onorato, sarebbero trattati senza alcun rispetto per orari di lavoro e condizioni lavorative minimali

Orsa marittimi, una delle maggiori organizzazioni ha messo nero su bianco la richiesta di verifica dei registri di bordo di due navi, la Moby Tommy e la Sharden

troppe coperture anche su questo fronte inducono a sollecitare le capitanerie a fare le verifiche indispensabili e dare le risposte necessarie

mi aspetto che le navi appena arriveranno nei rispettivi porti vengano controllate, anche perchè, come ho spiegato più volte si tratta di servizio pubblico, pagato con 73 milioni di euro all'anno di denaro di tutti!

rispettare le legittime condizioni di lavoro è il minimo per chi prende una valanga di soldi pubblici, per giunta con ridicole difese dei marittimi che risultano, invece, da questa denuncia sindacale, costretti ad orari da schiavi!

ecco il testo della lettera di Orsa marittimi:

Al Comando generale della capitaneria di porto Roma

Spettabile Capitaneria di porto Civitavecchia

Capitaneria di Olbia sezioni sicurezza

oggetto: corse bis tris settimanali

Con la presente si vuole portare a conoscenza del disagio vissuto dai marittimi imbarcati su Moby Tommy e Sharden in virtù che tali unità effettuano ad oggi nel fine settimana tre corse giornaliere di cinque ore per corsa equivalenti a 15 ore nell’arco delle 24 ore, va aggiunto che ad ogni operazione di imbarco e sbarco ( ogni cinque ore) di merci e passeggeri occorre quantificare il tempo che spazia dai 30 minuti per un tempo indefinito detto in gergo “appena pronti“ questo ritmo sarà più frequente nei giorni a venire.

Ora calcolando bene tutta la tempistica in orari vengono fuori ben 17/18 ore di lavoro continuo vedasi marinaio per manovre, addetti in sala macchine sempre per manovre, addetti al bar e tavola calda, personale riassetto ponti, cabine, saloni di accoglienza, varie proiezioni di film, più i cassieri che non debbono stare nemmeno seduti.

Va inoltre ricordato che tali unità sono dotate di un’unica tabella di armamento non di esercizio, quindi, sempre lo stesso personale senza possibilità di cambio.

Fatta questa panoramica viene da chiederci e chiedervi come viene rispettata la 271 barra 99 ho la ILO MLC 2006?

Dopo quanto possono evidenza si prega voler ispezionare non solo i registri di orario lavoro di bordo, ma anche il giornale di bordo nella seconda parte con relative tabelle qualifiche.

la Segreteria Orsa Marittimi - Campania